Recovery Toolbox for Registry - Guida in linea

Recovery Toolbox for Registry (Scarica) è un'utility che permette di effettuare con successo il complicato compito di recuperare il registro di sistema essendo allo stesso tempo estremamente facile da imparare e da usare. Abbiamo fatto il nostro meglio per realizzare un'interfaccia esplicita ed intuitiva, che non richieda ulteriori spiegazioni.

Sono previste due modalità d'utilizzo di Recovery Toolbox for Registry: automatica e manuale (avanzata). La modalità automatica è il modo più veloce per recuperare i dati da un file di registro danneggiato, mentre la modalità manuale richiede un po' più tempo ma offre più informazioni sugli elementi recuperabili del file danneggiato. È possibile scegliere la modalità desiderata alla prima pagina della procedura guidata cliccando sul rispettivo pulsante al centro della finestra del programma.

Se il programma Recovery Toolbox for Registry non dovesse riuscire a recuperare i dati in entrambe le modalità, è possibile usare il comando Send source file (Invia file di origine) del menu principale. Tramite il client di posta elettronica predefinito verrà creato un nuovo messaggio e-mail con il file di registro di sistema in allegato, e verrà inviato agli sviluppatori del programma. Ricevuto il file, gli specialisti del nostro team di servizio utenti cercheranno di recuperare i dati. Inoltre utilizzeranno i dati ottenuti per migliorare gli algoritmi di recupero implementati nel programma. Poi vi contatteranno per informarvi del risultato.

Si prega di notare che il programma non permette di recuperare i file di registro del sistema operativo correntemente in uso. In modalità automatica, Recovery Toolbox for Registry effettua una ricerca sui dischi locali e trova i file di registro nell'unità di sistema ma l'utente non potrà selezionare nella lista nessuno di tali file. In questo caso bisogna usare la modalità avanzata per specificare il file desiderato oppure collegare una periferica di archiviazione (unità disco, unità USB, disco ottico, unità di rete o virtuale) con il file danneggiato e usare la modalità automatica che effettuerà la scansione e troverà il file.

La durata di ciascun passaggio dipende dalla dimensione del file processato (numero dei record contenuti) e dalla velocità del CPU. Si prega di tenere presente che le fasi di analisi e di recupero potrebbero richiedere alcuni minuti, soprattutto su sistemi lenti.

Qui sotto troverete una guida dettagliata all'uso del programma in entrambe le modalità. Per qualsiasi domanda o problema riguardo all'uso del programma, non esitate a contattare la nostra sezione di supporto. Saremo felici di aiutarvi.

Manuale passo per passo per Recovery Toolbox for Registry

Modalità automatica:

Modalità automatica. Passaggio 1. Selezione di un file danneggiato

Per recuperare i dati in modalità automatica, premete il pulsante Automatic mode (Modalità automatica) nella finestra principale del programma. Recovery Toolbox for Registry creerà una lista di tutti i dischi presenti sul sistema. Il disco di sistema sarà il primo nella lista, inoltre verrà visualizzato il percorso delle cartelle contenenti file di registro. Come abbiamo già spiegato prima, la modalità automatica non permette di recuperare i dati contenuti nel file di registro del sistema correntemente in uso, perciò le rispettive cartelle non saranno selezionabili nella lista. Tuttavia, collegando una periferica di archiviazione con i file di registro dalla cartella di sistema, potete usare anche la modalità automatica per individuarli e recuperare i dati in modo veloce e semplice.

Dopo aver selezionato la cartella desiderata, potete procedere al passaggio successivo premendo il pulsante Next (Avanti). Il programma chiederà conferma e se la risposta è affermativa, passerà alla finestra successiva della procedura guidata.

Modalità automatica. Passaggio 2. Analisi del file e recupero dei dati

Questa fase della procedura guidata è completamente automatica. Recovery Toolbox for Registry crea automaticamente una copia di backup del file di registro originale e lo salva con un nuovo nome in base alla seguente maschera: [file_name]_backup_YYYYMMDD_HHMMSS. Per esempio, se il nome del file di registro è system e il backup si effettua in data 9 aprile 2010 alle ore 11:22:34, la copia di backup avrà il nome system_backup_20100409_110234. Fatto questo, il programma analizza la struttura del file di registro, cerca tutte le chiavi e i parametri disponibili e li salva in un nuovo file system. La durata del processo dipende dalla complessità e dalle dimensioni del file e dalle prestazioni del computer. Questo è il passaggio finale in modalità automatica. Potete chiudere il programma, premendo il pulsante Exit (Esci) oppure usare il pulsante Back (Indietro) per ritornare al passaggio di selezione di file.

Modalità avanzata. Passaggio 1. Selezione di un file danneggiato

Il primo passaggio della procedura guidata permette di specificare il file danneggiato che si desidera recuperare. È possibile farlo in alcuni modi:

  1. digitare il nome e il percorso del file nel campo di immissione al centro della finestra del programma;
  2. usare la finestra di dialogo di apertura standard di Windows che si apre cliccando sull'icona a destra del campo di immissione;
  3. scegliere uno dei file che avete recuperato in precedenza da un elenco a discesa che si apre cliccando su un piccolo pulsante con la freccia in giù che si trova a destra del campo di immissione.

Dopo che avete selezionato la cartella desiderata, potete procedere al passaggio successivo cliccando sul pulsante Next (Avanti). Il programma chiederà conferma e se la risposta è affermativa, passerà alla finestra successiva della procedura guidata.

Modalità avanzata. Passaggio 2. Visualizzazione e salvataggio dei dati recuperati

Questo è il secondo e l'ultimo passaggio del processo di recupero. Per prima cosa, Recovery Toolbox for Registry analizza il contenuto del file. Il processo potrebbe richiedere del tempo. Dopo aver identificato le chiavi e i parametri, il programma li visualizza sotto forma di struttura ad albero. Oltre a visualizzare la struttura interna del file, è possibile visualizzare informazioni di basso livello, premendo il pulsante Show service information (Mostra informazioni di servizio) che si trova a destra in basso alla finestra del programma.

Se siete soddisfatti del risultato, potete salvare i dati in una locazione sicura. Premete il pulsante Save (Salva) per aprire la finestra di salvataggio e specificate il nome e il percorso del file di output.

Il recupero in modalità manuale è completato. Se volete recuperare i dati da un altro file, usate il pulsante Back (Indietro) per ritornare al primo passaggio (selezione di file).

Come avete avuto modo di vedere, l'uso del programma è molto facile. Per qualsiasi domanda o problema riguardo all'uso di Recovery Toolbox for Registry, non esitate a contattare la nostra sezione di supporto.